Home > Comunicati Stampa > COMUNICATO STAMPA del 16/10/2018

COMUNICATO STAMPA del 16/10/2018

La conferenza stampa di presentazione del “Triangolare di beneficenza” in programma sabato 20 ottobre

 

 

Direzione Generale
Ufficio XIII – Sondrio
Via Donegani, 5 – 23100 Sondrio
Posta Elettronica Certificata: uspso@postacert.istruzione.it

 

COMUNICATO STAMPA
Agli organi d’informazione
(Comunicato 16/10/2018)

 

È stato presentato questa mattina (martedì 16 ottobre) presso l’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio il primo progetto nato dal tavolo di lavoro dedicato a “Sport e Inclusione” promosso dall’UST. Durante l’incontro è stato illustrato il programma del “Triangolare di beneficenza” in calendario per sabato 20 ottobre presso il Campo sportivo comunale di via Gramsci a Sondrio (a partire dalle ore 14) al quale prenderanno parte alcuni studenti, rappresentanti dell’UST, delle Forze dell’Ordine, alcuni ospiti della Casa Circondariale di Sondrio, giocatori della Nazionale italiana sindaci e diverse autorità. Un appuntamento aperto a tutti il cui ricavato verrà devoluto all’Associazione ANFFAS di Sondrio grazie al rinfresco curato da Coldiretti e con la collaborazione di diverse aziende locali, tra cui la Casa vinicola Nera, il Salumificio Rigamonti e la Cooperativa Melavì. Il pomeriggio all’insegna di sport, inclusione e convivialità, allietato da intermezzi a cura dallo speaker radiofonico Fausto Molinari, prevede anche un’asta benefica durante la quale verranno battute alcune maglie autografate dai giocatori, tra cui quella di Francesco Totti corredata da foto e fascetta.

«Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa manifestazione, nata da una chiacchierata con l’amico tenente colonnello De Ciuceis– ha esordito il Dirigente UST, Fabio Molinari –. In questi mesi ho costituito un tavolo di lavoro per lo sviluppo delle attività sportive della provincia il cui coordinamento è affidato a Lorenzo Costa. Nei nostri auspici questo primo evento vuole essere un momento di festa per tutti, dove l’importante non è chi vince ma chi dona un po’ del proprio tempo per una giusta causa: aiutare i ragazzi autistici e le loro famiglie poiché, “prendersi cura dell’altro”, è una cosa importante. Fra i giocatori ci saranno studenti, operatori della scuola, Forze dell’Ordine, membri della Nazionale sindaci e alcuni ospiti della Casa circondariale poiché il vero spirito della manifestazione è la sua natura squisitamente inclusiva. Alla giornata sarà presente anche il Prefetto Scalia e rivolgo fin da subito un ringraziamento corale e autentico a tutti quelli che vorranno intervenire».

«Credo molto nel valore educativo dello sport ed è certo, solo se si ricorda che il mio primo interesse per l’Istituto fu, tre anni fa, il rifacimento della palestra, luogo di incontro e di formazione. Tante attività abbiamo svolto da allora e oggi anche il Coni è presente con i suoi operatori – ha fatto sapere tramite un messaggio il direttore del Carcere di Sondrio, Stefania Mussio –. L’iniziativa da voi organizzata è preziosa e saranno 13 le persone in squadra, anche imputati, che hanno ottenuto “il permesso” di partecipare. Il desiderio è di trascorrere una giornata insieme, giocando, rispettando i valori della gara, riconoscendo l’avversario. Chiudo questo mio saluto con le parole utilizzate dal magistrato di sorveglianza: “La valenza trattamentale di tali iniziative, che vengono sostenute anche dalle forze dell’ordine e dall’istituto penitenziario rappresentano un ideale luogo di scambio culturale ed emotivo della realtà carceraria con la società civile esterna” e, solo in questo modo si abbatte la paura e si impara ad essere solidali».

«La manifestazione ha una duplice finalità: oltre alla raccolta dei fondi per ANFFAS ha anche lo scopo di rappresentare lo sport come simbolo di inclusione, rispetto delle regole e spirito di sacrificio di cui, l’Arma dei Carabinieri, si è sempre fatta promotrice – ha aggiunto il tenente colonnello Emanuele De Ciuceis, Comandante provinciale dei Carabinieri di Sondrio –. Speriamo di poter contare su un pubblico numeroso per trasmettere tali valori non solo ai giovani, ma anche ai meno giovani. Così fosse, forse, avremmo scene più positive anche nelle grandi manifestazioni e sapremmo vivere lo sport come un vero momento di festa».

«Un torneo che nasce con questo spirito è piuttosto emblematico della potenza che lo sport ha come mezzo di socializzazione e strumento attraverso il quale educare giovani e meno giovani – ha rimarcato Michele Diasio, Assessore allo Sport del Comune di Sondrio –. Pertanto, come Amministrazione, siamo lieti di essere d’aiuto per quanto possibile alla buona riuscita di questo e dei successivi eventi messi in campo dall’Ust».

 «Unire lo sport alla solidarietà è sempre un binomio vincente – ha aggiunto Michele Rigamonti, ideatore della Valtellina Wine Trail e membro del tavolo di lavoro Ust “Inclusione e Sport” –. Vedere tante persone appartenenti a mondi diversi giocare insieme è una cosa bellissima così come lo è l’asta di beneficenza alla quale probabilmente verrà battuta anche una maglietta della Juventus, nella speranza di lasciare un segno concreto attraverso le donazioni».

«La manifestazione, che si svolgerà sabato 20 ottobre presso il campo di via Gramsci a Sondrio, avrà inizio alle 14 e sarà condotta dallo speaker radiofonico Fausto Molinari e allietata da alcuni momenti musicali – ha specificato Lorenzo Costa, referente del tavolo di lavoro Ust “Sport e Inclusione” –. Non mancherà il rinfresco, gentilmente offerto da Coldiretti e da aziende locali come la Casa vinicola Nera, il Salumificio Rigamonti e la Cooperativa Melavì. Siamo felici delle numerose adesione che stiamo ricevendo e auspichiamo una buona riuscita dell’evento».

«Un’iniziativa lodevole – ha concluso Carlo De Bortoli, Luogotenente dei Carabinieri e rappresentante dell’Associazione ANFFAS Sondrio presieduta da Guido Mazzoni –. Raccogliere risorse da destinare ai nostri bambini è sempre una cosa utile ed importante poiché, purtroppo, non sempre disponiamo di tutto il necessario e degli spazi adeguati per loro. Sfortunatamente questi bambini sono sempre di più e le strutture un po’ limitate per cui speriamo che in futuro si possano realizzare nuove aree a loro destinate».

 

FM/fn

Francesca Nera
Referente per le attività di comunicazione UST Sondrio
345-2119524